Igea Medica, contratto di solidarietà per ventisette dipendenti

Soddisfatta l'Assessore Fusco Perrella per la soluzione costruita con l'apporto della Proprietà e dei Sindacati

Fusco Perrella: "Riduzione dell'orario di lavoro per i lavoratori, ma possibilitą di scongiurare la messa in mobilitą"
Fusco Perrella: "Riduzione dell'orario di lavoro per i lavoratori, ma possibilitą di scongiurare la messa in mobilitą"

Si č tenuto presso la sede dell'Assessorato al Lavoro della Regione Molise, su convocazione dell'Assessore regionale Angiolina Fusco Perrella, l'incontro tra l'Igea Medica s.r.l., le OO.SS. di categoria, le RSA dei lavoratori e la Struttura regionale per il raggiungimento dell'accordo per l'applicazione del contratto di solidarietą per una parte del personale dell'azienda, provvedimento che si inquadra nel pił ampio processo di ristrutturazione del Sistema Sanitario Regionale.
Il contratto interesserą ventisette unitą lavorative su un totale di quarantacinque e riguarderą un periodo massimo di ventiquattro mesi, a decorrere dal 1 luglio 2010 al  30 giugno 2012.

"Abbiamo voluto - ha spiegato l'Assessore Fusco Perrella - applicare per la prima volta il contratto di solidarietą, soluzione costruita con la Proprietą ed i Sindacati, coinvolti capillarmente nella sua definizione, al fine di salvaguardare l'occupazione, garantendo la flessibilitą necessaria, in vista di un eventuale incremento della richiesta di assistenza. Il contratto di solidarietą consente di guardare oltre la crisi, configurandosi come una formula che comporta una riduzione dell'orario di lavoro, a fronte, perņ, della possibilitą di scongiurare la messa in mobilitą e assicurare il mantenimento del posto di lavoro.
 
La quota di mancato reddito derivante dalla riduzione della prestazione lavorativa sarą integrata in parte dallo strumento della solidarietą, in parte dal programma Lifelong Learning Programme - LLP, Programma di politiche di tutela attiva dell'occupazione della Regione Molise. In questo modo verrą raggiunta la copertura salariale, pari all'ottanta per cento della retribuzione".

 "L'importanza di questo strumento - ha sottolineato l'Assessore - sta nel fatto che tutti i dipendenti continueranno ad essere presenti nella struttura e, quindi, non perderanno contatto con il luogo di lavoro, a beneficio sia del mantenimento delle capacitą professionali che dei servizi offerti dall'Azienda, che saranno riqualificati attraverso le ultime innovazioni in campo clinico/riabilitativo".
"Con questo provvedimento di alto valore sociale - ha aggiunto infine l'Assessore - abbiamo escluso ogni ipotesi di fuoriuscita dei lavoratori dall'azienda e garantito sostegno al loro reddito".

A conclusione dell'incontro, l'Assessore Fusco Perrella ha espresso grande soddisfazione per il raggiungimento dell'accordo, sottolineando l'apporto delle OO.SS e l'impegno profuso dalla struttura tecnica dell'Assessorato, al fine di tutelare il futuro occupazionale dei lavoratori, in vista di un rilancio dell'intero sistema economico molisano.

 

condividi

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO