Centrale Unica di Committenza (C.U.C.) - Comunicazioni

 
 

SAPGR-Servizio Centrale unica di committenza

 

Accordo Quadro

 
 
 
 

 

COMUNICAZIONI

 

 

AVVISO
INDAGINI di MERCATO
per le
PROCEDURE NEGOZIATE ex ART: 36, comma 2, lett. b), delD.Lgs. n. 50/2016

L'art. 36 del D.Lgs. n. 50/2016, comma 2, lett. b), disciplina l'affidamento dei contratti sotto soglia per forniture e servizi (di valore inferiore a € 209.000,00), mediante procedura negoziata previa consultazione di almeno cinque operatori economici, individuati in base ad indagini di mercato o tramite appositi elenchi, nel rispetto del criterio di rotazione degli inviti.
Nelle more della predisposizione di appositi elenchi di prestatori di servizi e forniture, gestiti da questa Struttura sotto la propria responsabilità, lo scrivente Servizio provvederà direttamente a svolgere indagini di mercato per l'individuazione degli operatori da invitare alle procedure di affidamento di servizi e forniture ex art. 36, comma 2, lett. b) di sua competenza:

  1. pubblicando sul proprio sito avvisi per l'acquisizionedi manifestazioni di interesse;
  2. e, laddove il numero degli operatori interessati siamaggiore di quello dei soggetti da invitare individuando, mediante sorteggio pubblico trale ditte che hanno manifestato interesse, le/i imprese/professionisti chesaranno chiamate/i a partecipare alla gara, ovviamente nel pieno rispetto delleesigenze di riservatezza di cui all'art. 53 del D.lgs. n. 50/2016.

Per le procedure di competenza di questo Servizio, leoperazioni di cui ai precedenti punti I) e II) saranno svolte esclusivamentedalla scrivente Struttura, al fine i assicurare il rispetto del principiodi rotazione degli inviti.
Conseguentemente questo Servizio, ai fini dello svolgimentodi procedure negoziate ex art. 36 comma 2 lett. b) per conto di altri Enti oStrutture, non accetterà elenchi di operatori economiciforniti daquesti ultimi e dagli stessi redatti, sotto la loro responsabilità, in esito adindagini di mercato.
Gli Enti e le Strutture che intendano avvalersi di questoServizio per l'espletamento delle procedure in parola, dovranno richiedernel'intervento con apposita nota corredata da determinazione a contrarre ex art.32 comma 2 del D.Lgs. n. 50/2016, recante anche l'indicazione del numero dioperatori da invitare.


 

AVVISO

Avviso pubblico per la raccolta di manifestazioni d'interesse al conferimento di incarico di componente del Comitato Consultivo sugli Appalti Pubblici


 

AVVISO
PER
TUTTI i BANDI IN CORSO

Con riferimento a tutte le procedure, per le quali gli atti di gara sono pubblicati sulla presente area tematica "Centrale Unica di Committenza" e i termini di presentazione delle offerte ad oggi, 14.06.2016, non sono ancora scaduti, gli interessati sono  invitati ad inserire nel plico delle offerte, oltre alle buste richieste dagli atti di gara, anche una ulteriore busta contenente le spiegazioni di cui ai commi 1 e 4 dell'art. 97 del D.Lgs. n. 50/2016, onde agevolare il sollecito svolgimento del procedimento previsto dal medesimo art. 97 del D.Lgs. n. 50/97, per la verifica della congruità di eventuali offerte sospette di anomalia. Si tratta di un adempimento richiesto come forma di collaborazione e non a pena di esclusione.


Regione Molise
GIUNTA REGIONALE
SERVIZIO CENTRALE UNICA DI COMMITTENZA

AVVISO
Procedure di appalto nell'ambito del PAR Molise- Risorse FSC 2007-2013

IIn merito alle procedure di appalto da espletare nell'ambito del PAR Molise - Risorse FSC 2007- 2013, per le quali (secondo quanto risulta dalla nota prot. n.63963 dell'08.06.2015 del Direttore del Servizio Coordinamento FSC - Organismo di programmazione e Attuazione del PAR FSC) l'aggiudicazione provvisoria, coincidente con l'obbligazione giuridicamente vincolante (OGV), deve intervenire entro il 30.06.2016, pena la perdita del finanziamento dell'intervento,
SI COMUNICA che:
- questo Servizio, compatibilmente con i tempi tecnici procedimentali, previsti dalla legge, e salvo impedimenti da cause ad esso non imputabili (es. ricorsi al TAR), potrà assicurare il rispetto dei citati termini per assunzione dell'OGV, solo se la richiesta di espletamento della procedura, avanzata dall'Ente interessato e debitamente corredata dalla necessaria documentazione, perverrà alla scrivente Struttura entro il 30.04.2016;
- questo Servizio prenderà comunque in carico anche le richieste di espletamento della procedura, che riceverà dopo tale data del 30.04.2016, senza poter garantire il rispetto dei ridetti termini di assunzione dell'OGV e solo se tali richieste saranno corredate da apposita dichiarazione con cui l'Ente richiedente, attesta di essere a conoscenza di tale circostanza e di assumersi, esonerandone questo Servizio, ogni responsabilità per l'eventuale mancata assunzione dell'OVG nel termine prescritto e per la conseguente perdita del finanziamento.
Si provvede alla presente comunicazione in considerazione dell'attuale notevole carico di lavoro di questa Struttura e di quello, altrettanto rilevante, che prevedibilmente graverà sulla stessa per le procedure in epigrafe, nonché in ragione dei tempi occorrenti per l'espletamento delle procedure, sui quali inciderà anche l'entrata in vigore del nuovo codice degli appalti in data 19.04.2016.


 

Regione Molise
GIUNTA REGIONALE
SERVIZIO CENTRALE UNICA DI COMMITTENZA

AVVISO

In merito all'Albo di questo Servizio, nel quale sono iscritte le imprese di fiducia da invitare alle procedure negoziate per l'affidamento di lavori pubblici , in sostituzione dell' A vviso pubblicato nello scorso gennaio 2016 su questo sito (che recitava " Si informa che questa Centrale, relativamente alle procedure negoziate ex artt. 57 e 122 del D.Lgs. 163/2006, indette dai soggetti convenzionati successivamente al 31/01/2016, procederà alla selezione degli operatori economici da invitare attingendo esclusivamente dall'elenco costituito tramite avviso pubblico...di cui alla deliberazione di Giunta regionale n. 593 del 09/11/2015 "), 
SI COMUNICA Che:
I ) Questa Struttura ha chiesto sia all'ANAC sia alla competente Avvocatura Distrettuale dello Stato di chiarire se , a loro parere , i Comuni per le procedure negoziate di appalto di lavori, senza previa pubblicazione di bando di gara, ai sensi dell'art. 122 comma 7 del D.Lgs. 163/06 e a norma dell'art. 125 del D.Lgs. 163/06:
a)
possano continuare a tenere regolarmente un proprio albo di operatori economici, dal quale selezionare nel rispetto dei principi di trasparenza, concorrenza, rotazione e parità di trattamento, le imprese da invitare, demandando il prosieguo della gara alla Centrale;
b) o debbano avvalersi del su citato Albo della Centrale di committenza regionale, demandando a quest'ultima, unitamente all'espletamento delle procedure di gara, anche la selezione delle ditte da invitare.

II)
Pertanto nelle more di ricevere tali chiarimenti, i Comuni per le procedure negoziate di appalto di lavori, senza previa pubblicazione di bando di gara, ai sensi dell'art. 122 comma 7 del D.Lgs. 163/06 e a norma dell'art. 125 del D.Lgs. 163/06, potranno scegliere se :
- avvalersi dell' Albo della Centrale di committenza regionale, demandando a quest'ultima, unitamente all'espletamento delle procedure di gara, anche la selezione delle ditte da invitare;
-
o selezionare dal proprio albo di operatori economici nel rispetto dei principi di trasparenza, concorrenza, rotazione e parità di trattamento, le imprese da invitare, dando, sotto la propria responsabilità, formale attestazione di tale operazione e della regolare tenuta dell'albo municipale, trasmetter e riservatamente l'elenco di tali ditte a questa Struttura e demanda re a lla stessa il prosieguo della gara .

Il Direttore
Dott. Giocondo Vacca

 

 

AVVISO
Ambito oggettivo di applicazione dell'art. 33, comma 3-bis del D. Lgs. 163/06 - ContrattiEsclusi - Attività del Servizio Centrale Unica di Committenza

Con la Determinazione n. 11 del 23.09.2015, recante "Ulteriori indirizzi interpretativi sugliadempimenti ex art. 33, comma 3-bis, decreto legislativo 12 aprile 2006 n.163 e ss.mm.ii.", l'ANAC hachiarito che:- l'ambito Codice è riferito ai contratti di appalto pubblico di lavori (art. 3, comma 7), forniture (art. 3,comma 9) e servizi (art. 3, comma 10), ivi compresi i servizi tecnici, pienamente assoggetti alle disposizionidel Codice dei contratti;- sono sottratti all'obbligo di acquisizione in forma aggregata gli appalti esclusi in tutto o in partedall'applicazione del Codice (artt. 19-26), tra cui i servizi dell'Allegato IIB, nonché le concessioni di servizi,cui si applica solo l'art. 30 del Codice.Ne deriva che per tali contratti (quelli di cui agli artt. 19-26 del D.Lgs. 163/06 e quelli diconcessione di servizi), non essendo necessario rivolgersi ad un soggetto aggregatore ai sensi dell'art. 33comma 3 bis del Codice ma potendo i Comuni interessati provvedere altrimenti, non è obbligatoriol'intervento del Servizio Centrale Unica di Committenza nelle procedure di affidamento.Pertanto, relativamente a detti contratti, il Servizio Centrale Unica di Committenza, su richiestadell'Ente interessato, potrà intervenire nell'espletamento della gara solo subordinatamente allosvolgimento delle prioritarie attività da porre in essere per l'affidamento dei contratti per i quali, ai sensidell'art. 33 comma 3 bis del Codice, è necessario il ricorso al ridetto Servizio.Dunque, in riferimento agli appalti esclusi in tutto o in parte dall'applicazione del Codice (artt. 19-26), tra cui i servizi dell'Allegato IIB, nonché alle concessioni di servizi, il Servizio Centrale Unica diCommittenza si riserva di non dar corso, informandone gli interessati, agli interventi allo stesso richiesti,laddove in concreto non ricorrano le condizioni per espletarli.

 

 

AVVISO
Ambito oggettivo di applicazione dell'art. 33, comma 3-bis del D. Lgs. 163/06 - ContrattiEsclusi - Attività del Servizio Centrale Unica di Committenza

Con la Determinazione n. 11 del 23.09.2015, recante "Ulteriori indirizzi interpretativi sugliadempimenti ex art. 33, comma 3-bis, decreto legislativo 12 aprile 2006 n.163 e ss.mm.ii.", l'ANAC hachiarito che:- l'ambito Codice è riferito ai contratti di appalto pubblico di lavori (art. 3, comma 7), forniture (art. 3,comma 9) e servizi (art. 3, comma 10), ivi compresi i servizi tecnici, pienamente assoggetti alle disposizionidel Codice dei contratti;- sono sottratti all'obbligo di acquisizione in forma aggregata gli appalti esclusi in tutto o in partedall'applicazione del Codice (artt. 19-26), tra cui i servizi dell'Allegato IIB, nonché le concessioni di servizi,cui si applica solo l'art. 30 del Codice.Ne deriva che per tali contratti (quelli di cui agli artt. 19-26 delD.Lgs.163/06 e quelli diconcessione di servizi), non essendo necessario rivolgersi ad un soggetto aggregatore ai sensi dell'art. 33comma 3 bis del Codice ma potendo i Comuni interessati provvedere altrimenti, non è obbligatoriol'intervento del Servizio Centrale Unica di Committenza nelle procedure di affidamento.Pertanto, relativamente a detti contratti, il Servizio Centrale Unica di Committenza, su richiestadell'Ente interessato, potrà intervenire nell'espletamento della gara solo subordinatamente allosvolgimento delle prioritarie attività da porre in essere per l'affidamento dei contratti per i quali, ai sensidell'art. 33 comma 3 bis del Codice, è necessario il ricorso al ridetto Servizio.Dunque, in riferimento agli appalti esclusi in tutto o in parte dall'applicazione del Codice (artt. 19-26), tra cui i servizi dell'Allegato IIB, nonché alle concessioni di servizi, il Servizio Centrale Unica diCommittenza si riserva di non dar corso, informandone gli interessati, agli interventi allo stesso richiesti,laddove in concreto non ricorrano le condizioni per espletarli.


 

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO