Mare molisano, l'ARPA vigila costantemente sul suo stato di salute

Goletta Verde. La barca di Legambiente ha analizzato anche  le acque della costa molisana
Goletta Verde. La barca di Legambiente ha analizzato anche le acque della costa molisana

Nulla di nuovo dall'annuale sopralluogo effettuato da Goletta Verde di Legambiente che ha suscitato, nei giorni scorsi, uno stato di allarme relativamente allo stato delle acque rilevate in cinque punti critici della costa, più precisamente in prossimità della foce dei fiumi. Le analisi non vanno sottovalutate, ma vanno fatte le doverose precisazioni. Lo fa notare l'Assessorato regionale all'Ambiente che ricorda come l'ARPA, l'Agenzia regionale per la protezione ambientale, vigili con prelievi regolari sulla salubrità delle acque.

"I tecnici di Goletta Verde - si legge in una nota dell'Assessorato - hanno segnalato una forte contaminazione microbiologica nelle acque marine causata  da insufficiente o inefficiente sistema di depurazione dei Comuni dell'entroterra. In effetti, anche l'ARPA Molise ha sempre registrato la presenza di microrganismi come Escherichia coli ed Enterococchi intestinali in prossimità della foce dei fiumi, aree non particolarmente protette. Il monitoraggio dell'ARPA si  indirizza innanzitutto nei punti della costa dove la balneazione è consentita e rispettando i dettami della nuova normativa che disciplina il monitoraggio delle acque di balneazione (D. Lgs n. 116/08) per intervenire tempestivamente dove risultasse necessario. 
 
L'ARPA Molise effettua da anni il controllo delle acque costiere tramite 33 Stazioni di campionamento situate lungo tutta la costa molisana e, durante la stagione balneare 2009 e quella corrente 2010, ha attivato anche la sperimentazione analitica di nuovi parametri microbiologici in pieno accordo con l'Assessorato regionale dell'Ambiente  ed in sintonia con quanto suggerito dall'Organizzazione Mondiale della Sanità".

 

condividi

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO