Ufficio autorizzazioni impianti di produzione energia

 
 

DA4-Servizio Programmazione Politiche Energtiche

 
 
Pear

La disciplina in materia di energia, strettamente correlata al rilascio delle autorizzazioni, assume carattere determinate in rapporto alla distinzione tra impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili e da fonti convenzionali.

 
 
Autorizzazioni impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili.

Il D.Lgs. 29 dicembre 2003, n. 387 recante
attuazione della direttiva 2001/77/ce relativa alla promozione dell'energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dell'elettricità, introduce al comma 3 dell'art. 12, l'autorizzazione unica per la costruzione e l'esercizio degli impianti alimentati da fonti rinnovabili, di competenza delle regioni o degli enti locali per una potenza termica inferiore a 300 MW, e di competenza ministeriale per gli impianti di potenza termica superiore a 300 MW.

Leggi tutto

Con decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 10 settembre 2010, sono state emanate le Linee Guida per l'autorizzazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili e la Regione Molise in recepimento a tale decreto, ha inizialmente adottato le Linee Guida regionali con Deliberazione di Giunta Regionale n. 1074/2009 e successivamente, con Deliberazione di Giunta Regionale n.621/2011, in sostituzione delle precedenti, ha approvato "Le linee guida per lo svolgimento del procedimento unico di cui all' art. 12 del d.lgs. n.387/2003 per l'autorizzazione alla costruzione e all'esercizio di impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili sul territorio della Regione Molise", ad oggi ancora vigenti.

Pertanto,sulla base del combinato disposto di cui al D.M. 10/09/2010 e della D.G.R.n.621/2011, la Regione Molise,per il tramite del Servizio Programmazione Politiche Energetiche, rilascia l'autorizzazione unica per la seguente tipologia progettuale:

  1. Impianti eolici di potenza nominale > di 60 KW;
  2. Impianti fotovoltaici di potenza nominale > di 200 KW se realizzati su edifici esistenti o su loro pertinenze, al di fuori della zona a) di cui D.M. dei lavori pubblici n.1444/68;
  3. Impianti fotovoltaici di potenza nominale > di 20 KW in tutti gli altri casi;
  4. Impianti  idroelettrici e geotermoelettrici realizzati in edifici esistenti, senza alterare le caratteristiche geometriche e senza modificazione di destinazione d'uso dell'edificio, di potenza nominale > di 200 KW;
  5. Impianti idroelettrici di nuova costruzione di potenza nominale > di 100 KW;
  6. Impianti alimentati da biomassa di potenza nominale > di 200 KW;
  7. Impianti alimentati da gas di discarica, gas residuati dai processi di depurazione e biogas di potenza nominale > di 250 KW;
  8. impianti alimentati da biomassa, da gas di discarica, gas residuati dai processi di depurazione e biogas, operanti in assetto cogenerativo di potenza nominale > di 1MW;

L'istanza di richiesta di rilascio dell'autorizzazione unica viene presentata alla Regione Molise - Servizio Programmazione Politiche Energetiche, secondo la modulistica di seguito riportata.

La documentazione da allegare all'istanza, distinta per tipologia di impianto per la quale si richiede l'autorizzazione, deve essere conforme alle indicazioni di cui al punto 13 dell'allegato A) " Linee guida per il procedimento di cui all'art. 12 del decreto legislativo 29/12/2003 n. 387 per l'autorizzazione alla costruzione e all'esercizio di impianti di produzione di elettricità da fonti rinnovabili della Regione Molise", alla Deliberazione di Giunta Regionale n. 621 del 4 agosto 2011.

A seguito dell'accertamento della procedibilità dell'istanza da parte della Regione Molise, decorrono i termini per lo svolgimento del procedimento amministrativo disciplinato dalla l. n.241/1990 novellata con il decreto legislativo 30 giugno 2016 n.127; pertanto, in base alla complessità dell'intervento proposto, viene convocata nei termini prescritti la conferenza di servizi semplificata ai sensi dell'art. 14 bis della legge n.241/1990 o, in alternativa, la conferenza simultanea ai sensi dell'art. 14-ter della richiamata legge, fermo restando che il termine massimo per la conclusione del procedimento è fissato in 90 giorni, al netto dei tempi previsti per le eventuali procedure di valutazione di impatto ambientale/ verifica di assoggettabilità a V.I.A..

Il rilascio dell'autorizzazione unica costituisce titolo a costruire ed esercire l'impianto, le opere di connessione e tutte le opere ad esso connesse,  in conformità al progetto approvato e deve prevedere l'obbligo alla rimessa in pristino dello stato dei luoghi a carico del soggetto esercente a seguito della dismissione dell'impianto o, per gli impianti idroelettrici, l'obbligo all'esecuzione di misure di reinserimento e recupero ambientale.

L'autorizzazione unica costituisce dichiarazione di pubblica utilità, indifferibilità e urgenza e dunque, si configura come  titolo ai fini dell'esproprio ai sensi del D.P.R. n. 327/2001, da attivare, ove necessario, a seguito dell'acquisizione dell'autorizzazione unica, presso la Regione Molise - Servizio difesa del suolo,demanio,opere idrauliche e marittime - idrico integrato.

Con Determina Dirigenziale del Direttore del Servizio Programmazione Politiche Energetiche n. 1064 del 27/03/2018, e' stata approvata la modulistica per la gestione del procedimento relativo al rilascio dell'autorizzazione unica ai sensi dell'art 12 del d.lgs. n.387/2003, di seguito elencata:

 
 
 

Modulistica
 
 
 
 
 
 

 
Normativa
 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO