Edilizia residenziale pubblica agevolata, in arrivo tre milioni di euro

Sono oltre cinquecento le famiglie che potranno beneficiare dei fondi regionali. Via libera anche alla vendita degli alloggi popolari in Provincia di Isernia e nel Comune di Campobasso

Adelmo Berardo, Presidente della Terza Commissione permanente in Consiglio regionale
Adelmo Berardo, Presidente della Terza Commissione permanente in Consiglio regionale

Una boccata d'ossigeno per le famiglie molisane che avevano acquistato o ristrutturato la prima abitazione accollandosi un mutuo pari o superiore al cinquanta per cento del valore dell'immobile. La Terza Commissione consiliare permanente, presieduta da Adelmo Berardo, ha licenziato il provvedimento riguardante il "Programma di Edilizia residenziale pubblica agevolata". Tre milioni di euro copriranno i fabbisogni di coloro che hanno presentato domanda in seguito all'Avviso pubblico della Regione Molise del 2004.

L'iniziativa si pone come un rimedio anti-crisi e di riduzione del disagio procurato alle famiglie dalla grave congiuntura economico-finanziaria degli ultimi anni.
"Sono particolarmente soddisfatto - ha dichiarato il Presidente Berardo - in quanto abbiamo inteso dare una risposta alle quattrocentonove famiglie che hanno acquistato casa in quel periodo ed alle centoventicinque che hanno recuperato il patrimonio edilizio esistente". "Il finanziamento - continua il Presidente Berardo - riguarderà solo le domande ammissibili provenienti dalla Provincia di Campobasso avendo quella di Isernia trovato intera collocazione in precedenza."

La Terza Commissione, inoltre, ha dato via libera ad ulteriori due provvedimenti riguardanti il settore edilizio. Si tratta dei Piani di vendita degli alloggi di Edilizia popolare in Provincia di Isernia e nel Comune di Campobasso.
"Molte famiglie potranno diventare proprietarie della casa popolare in cui abitano ed in questo modo - conclude il Presidente Berardo - potranno essere investite nuove risorse per soddisfare i fabbisogni abitativi delle classi sociali più disagiate."

 

condividi

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO