Commercio, si cambia registro

Grande e piccola distribuzione. Contemperate le esigenze di entrambe
Grande e piccola distribuzione. Contemperate le esigenze di entrambe

E' un provvedimento innovativo, che aggiorna e ridisegna i canoni del commercio molisano, quello votato dal Consiglio regionale dopo un lunghissimo iter preparatorio. La nuova legge, che viene fuori da una proposta dell'Esecutivo regionale, riconosce e valorizza gli operatori del commercio che nei piccoli Comuni svolgono un importante ruolo economico, ma anche sociale e di servizio ai cittadini.
 
Vengono gettate le basi per un percorso di sostegno a questi esercizi commerciali che affrontano problematiche di vario genere, non ultima la crisi economica mondiale, ma che sono elementi essenziali del sistema socio-economico della regione. Viene poi regolamentata la grossa distribuzione, riconoscendone il valore anche qui sociale ed economico per la società molisana.
 
Viene quindi stabilito un nuovo e più flessibile sistema di aperture al pubblico, anche domenicali, che va incontro alle reali esigenze del territorio cercando di liberare al massimo le risorse presenti senza danneggiare le piccole realtà commerciali. Vengono, in ultimo, affidate ai Sindaci alcune responsabilità fissazione di orari e giorni di apertura per favorire al massimo ogni tipo di iniziativa di sviluppo territoriale anche a fini turistici e culturali.

"Con l'approvazione di questa legge - ha detto il Presidente Iorio - credo che il Molise abbia segnato un importante punto a suo favore nella grande ed impegnativa partita dello sviluppo e della crescita. Il Consiglio regionale, infatti, ha approvato la proposta della Giunta regionale, operando delle modifiche al testo originale per recepire alcune rilevanti istanze delle associazioni di categoria  ed accogliere suggerimenti e integrazioni provenienti dalle opposizioni. Queste ultime hanno voluto dare il proprio apporto in aggiunta alle posizioni della maggioranza che si è mostrata compatta nella volontà di dotare il Molise di uno strumento normativo che regolasse in maniera moderna ed efficace un settore strategico come quello del commercio".

"Questa legge - ha infine sottolineato il Presidente - pone al centro il cittadino cliente, il cittadino operatore commerciale, ma anche il cittadino turista e il cittadino produttore. In quest'ottica, l'articolato cerca di contemperare le rispettive esigenze nell'ambito delle peculiarità e delle problematicità del Molise, rinunciando a porre la nostra regione in una linea di modernità e di parallelismo rispetto alle aree più avanzate del Paese".

 

condividi

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO