Giornata internazionale della famiglia, Picciano ribadisce la centralità del nucleo familiare

Picciano: «La famiglia resta il cuore della società italiana»
Picciano: «La famiglia resta il cuore della società italiana»

In occasione della Giornata internazionale della famiglia, il Presidente del Consiglio regionale del Molise, Michele Picciano, intende sottolineare la centralità del nucleo familiare anche nella società liquida del Terzo millennio.

«L'Italia degli ultimi decenni - spiega Picciano - è cambiata rapidamente, imponendo modelli culturali talvolta alternativi alla famiglia tradizionale. Contro questa deriva,  la famiglia resta il cuore della società italiana, strumento fondamentale per la crescita etica, culturale ed economica delle nuove generazioni».

Facendo riferimento alla Convenzione sui Diritti dell'Infanzia del 1989, il Presidente del Consiglio regionale del Molise ricorda «il diritto di ogni bambino ad avere una famiglia che lo protegga, trasmettendogli quei valori positivi che lo supporteranno per tutta la vita».
La Giornata internazionale della Famiglia è stata proclamata dall'Assembla Generale delle Nazioni Unite nel 1993 con l'obiettivo di promuovere la consapevolezza delle problematiche relative a tale istituto.

«In questa direzione - nota Picciano - si muovono tanto il Governo nazionale, quanto l'Esecutivo regionale guardando alla famiglia come destinataria di attenzioni e politiche di supporto, nel tentativo di difendere la centralità che le attribuisce il messaggio cristiano».

Sarebbe opportuno, auspica Picciano, «realizzare riforme che premino la natalità, sostanzialmente ferma dalla seconda metà degli anni Ottanta, e investire nella scuola, nei servizi sociali e nell'ambiente al fine di concretizzare un contesto favorevole allo sviluppo della famiglia tradizionale».
«È quest'ultima infatti -  conclude il Presidente, parafrasando Giuseppe Mazzini - la Patria del cuore».

 

condividi

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO