Castellino del Biferno, Medaglia di bronzo al merito assegnata al Comune molisano

Castellino del Biferno. Da sinistra nella foto: De Matteis, Picciano, Iorio e i genitori di Alessandro Di Lisio
Castellino del Biferno. Da sinistra nella foto: De Matteis, Picciano, Iorio e i genitori di Alessandro Di Lisio

Il Presidente della Regione Molise, Michele Iorio, il Presidente del Consiglio regionale del Molise, Michele Picciano, e il Presidente della Provincia di Campobasso, Rosario De Matteis, hanno presenziato ieri pomeriggio alla cerimonia organizzata per celebrare la consegna della Medaglia di bronzo al merito civile assegnata al Comune di Castellino del Biferno.

Il piccolo centro molisano si è distinto per la caparbia resistenza di tutti i suoi abitanti durante l'occupazione nazi-fascista nell'ultimo conflitto mondiale e, di recente, «ha confermato l'attitudine al sacrificio della popolazione locale, pronta a donare la propria vita per gli altri», come ha evidenziato il Sindaco di Castellino, Enrico Fratangelo, ricordando il paracadutista Alessandro Di Lisio, caduto in Afghanistan nel corso di una missione di pace.

"Un sentito grazie" lo ha tributato ad Alessandro Di Lisio anche il Presidente della Regione Molise, Michele Iorio, sottolineando «il significato rilevante di un incontro organizzato in coincidenza con la festa patronale di Castellino». «Un segnale - ha continuato Iorio - di grande sensibilità dell'intera comunità locale».

Consegnando cinque onorificenze al valor civile (al Caporale paracadutista dei Carabinieri, Nicola Continelli; al Tenente paracadutista Maurizio Grosso; al Paracadutista Salvatore Ciarlante; al Sergente paracadutista Giovanni Iannantuono e a Nunzio Di Lisio, padre di Alessandro in rappresentanza dell'Anpi Molise), il Presidente Iorio ha auspicato «maggiore attenzione delle Istituzioni verso ragazzi come Alessandro, le cui gesta vanno riconosciute e celebrate«. «La nostra libertà - ha detto-  e la nostra sicurezza sono dovute soprattutto ai loro sacrifici».

Anche il Presidente del Consiglio regionale del Molise, Michele Picciano, ha posto l'accento «sulla grande emozione che suscita il ricordo di Alessandro e di tutti i 41 militari caduti in Afghanistan, a tutela della libertà e della democrazia». «Stasera - ha continuato Picciano - non c'è solo Castellino a commemorare Alessandro, ma l'intero Molise».

Accennando alle celebrazioni per l'Unità d'Italia, il Presidente Picciano ha poi ribadito la necessità «di un impegno comune per costruire un futuro migliore, attraverso grandi e coraggiose riforme strutturali». «Da Castellino - ha concluso - parte una sfida importante che deve vederci tutti uniti per il futuro di questo Paese».

Il Presidente della Provincia di Campobasso, Rosario De Matteis, ha espresso «vicinanza e un sentito ringraziamento nei confronti di chi difende il nome dell'Italia all'estero».
«Sono degli eroi», ha affermato De Matteis. 

 

condividi

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO