Valutazioni di incidenza

La Valutazione di Incidenza Ambientale, introdotta dall'art. 6, comma 3 della Direttiva 92/43/CEE "Habitat" e disciplinata a livello nazionale dall'art. 5 del DPR 357/1997, così come modificato dall'art. 6 del DPR 120/2003, è il procedimento di carattere preventivo al quale è necessario sottoporre piani/progetti/interventi che possano avere incidenze significative su un sito della Rete Natura 2000, singolarmente o congiuntamente ad altri piani/progetti/interventi e tenuto conto degli obiettivi di conservazione del sito stesso. A livello regionale il procedimento di Valutazione di Incidenza è disciplinato dalla Direttiva approvata con D.G.R. n. 486 dell'11 maggio 2009.

 
 
Leggi e regolamenti in materia
 

NORMATIVA REGIONALE

Direttiva in materia di Valutazione di Incidenza per piani, programmi e interventi che possono interferire con le componenti biotiche ed abiotiche dei Siti di Importanza Comunitaria (SIC) e delle Zone di Protezione Speciale (ZPS) individuate nella Regione Molise, in attuazione del D.P.R. 8 settembre 1997 n.357, così come modificato con il D.P.R. del 12 marzo 2003, n. 120.

 
 

Decreto del MINISTERO dell'Ambiente, del Territorio e della Tutela del Mare n. 184 del 17 ottobre 2007:
"Criteri minimi uniformi per la definizione di misure minime di conservazione relative a Zone Speciali di Conservazione (ZSC) e a Zone di Protezione Speciali (ZPS)" — CLASSIFICAZIONE delle Zone di Protezione Speciale (ZPS) ed INDIVIDUAZIONE dei relativi divieti, obblighi ed attività, in attuazione degli articoli 3,
4, 5 e 6.

 
 

NORMATIVA NAZIONALE

"Regolamento recante attuazione della direttiva 92/43/CEE relativa alla conservazione degli habitat naturali e seminaturali, nonché della flora e della fauna selvatiche"

 

Tipi di habitat naturali di interesse comunitario la cui conservazione richiede la designizione di aree speciali di conservazione.

 

Specie animali e vegetali d'interesse comunitario la cui conservazione richiede la designazione di Zone Speciali di conservazione.

 

Criteri di selezione dei siti atti ad essere individuati quali Siti di Importanza Comunitaria e designati quali Zone Speciali di Conservazione.

 

Specie animali e vegetali di interesse comunitario che richiedono una protezione rigorosa.

 

Specie animali e vegetali di interesse comunitario il cui prelievo nella natura e il cui sfruttamento potrebbero formare oggetto di misure di gestione.

 

Metodi e mezzi di cattura e di uccisione nonchè modalità di trasporto vietati.

 

Contenuti della relazione per la Valutazione di Incidenza di piani e progetti.

 
 

NORMATIVA EUROPEA

Direttiva del Consiglio relativa alla conservazione degli habitat naturali e seminaturali e della flora e della fauna selvatiche

 

Direttiva del Consiglio concernente la conservazione degli uccelli selvatici

 

Informazioni e Contatti

SERVIZIO CONSERVAZIONE DELLA NATURA E V.I.A.
 
Responsabile del Servizio:
Via Sauro
tel.:
fax:
email: tutela.ambientale@regione.molise.it

Orario al pubblico
Lunedì 11.00 - 13.00
Mercoledì 11.00 - 13.00 / 15.30 - 17.00
Venerdì 11.00 - 13.00

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO