Comitato delle Regioni, conferma per il Molise

Frattura: «Un riconoscimento che ci incoraggia per le prospettive strategiche che abbiamo davanti»
Frattura: «Un riconoscimento che ci incoraggia per le prospettive strategiche che abbiamo davanti»

«Siamo davvero soddisfatti  di vedere confermate la nostra presenza e la nostra partecipazione all'interno del Comitato delle Regioni e delle Autonomie locali. È per tutti noi un'occasione straordinaria, questa che ci viene riconosciuta dalla Conferenza delle Regioni, cui diciamo grazie per la fiducia che hanno voluto rinnovarci con la titolarità assegnata alla nostra Regione».

Lo ha detto il presidente della Regione Molise, Paolo di Laura Frattura, con riferimento alla decisione della Conferenza delle Regioni che oggi a Roma, in seduta riservata, ha confermato la Regione Molise all'interno del Comitato delle Regioni.

L'organismo, composto da 344 membri  ed altrettanti supplenti in rappresentanza dei 27 Paesi della UE,  dà voce alle istanze ed alle esigenze territoriali degli enti regionali e locali. Le più alte istituzioni europee - Commissione, Consiglio e Parlamento - devono consultarlo prima che la UE  assuma decisioni su temi di competenza delle Amministrazioni locali e regionali. In particolare, il Comitato delle Regioni si occupa di coesione territoriale, politica economica e sociale, istruzione, gioventù e cultura, ambiente, cambiamenti climatici ed energia, cittadinanza, governance, affari istituzionali ed esterni, risorse naturali.

«Questo riconoscimento - ha dichiarato soddisfatto il governatore - ci incoraggia per le prospettive strategiche che abbiamo davanti, a cominciare dalla prossima programmazione dei fondi europei. Il Comitato, competente in ambiente, occupazione, sanità, istruzione, ci offrirà la possibilità di batterci per i settori più importanti delle Autonomie locali. Siamo contenti di poter portare la voce, i bisogni e le istanze del Molise in Europa».

 

condividi

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO